Sesto San GiovanniToday

Arrotondava lo stipendio grazie a una falsa dichiarazione, dipendente pubblico chiede reintegro

È successo a Sesto San Giovanni, la vicenda era venuta allo scoperto nella prima parte del 2015

Il municipio di Sesto San Giovanni

Per arrotondare lo stipendio con gli assegni familiari si era inventato due figlie: una nata a Napoli, l'altra a Cinisello Balsamo. Una falsa attestazione che in dieci anni è costata oltre 8mila euro alle casse del comune di Sesto San Giovanni dove era impiegato nel settore personale e organizzazione. Nei mesi scorsi era stato licenziato, ma ora l'ex lavoratore pubblico chiede di riavere il suo posto di lavoro e ha presentato causa contro il comune. La vicenda è stata riportata sulle colonne de Il Giorno.

L'ex impiegato contesta al Municipio il mancato preavviso della cessazione del rapporto lavorativo. Oltre a riavere il vecchio posto di lavoro ha chiesto al municipio il risarcimento del danno subito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’amministrazione comunale — aveva scritto il settore personale e organizzazione nella prima relazione — risulta essere parte lesa in quanto ha erogato direttamente e a proprio carico assegni familiari per un importo complessivo di 8.524,88 euro (mentre per le detrazioni familiari a carico, il danno è stato subìto dall’erario statale)». Della questione si occuperà il tribunale di Monza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento