Sesto San GiovanniToday

Rilevatori per il fumo da 30 euro rivenduti fino a 1.900 euro: denunciati due truffatori

È successo a Sesto San Giovanni, nei guai due italiani di 42 e 21 anni, denunciati

Avrebbero venduto rilevatori di fumo a prezzi stellari: dai 300 fino ai 1.900 euro quando in realtà costavano poche decine di euro. L'epilogo? Due denunce. È successo nella mattinata di venerdì 5 aprile a Sesto San Giovanni, nei guai un italiano di 42 anni (già noto alle forze dell'ordine) e il suo presunto complice 21enne. Le vittime? Quasi tutti anziani oltre gli ottant'anni.

Gli investigatori, come reso noto dai militari del comando provinciale di Milano, sono arrivati ai due presunti truffatori in seguito alle denunce degli anziani raggirati. Nove i casi appurati in cui un rilevatore da poco più di 30 euro sarebbe stato rivenduto a cifre monstre. I carabinieri sono riusciti ad arrivare a loro nella mattinata di venerdì. Fondamentali per gli investigatori sono stati gli stessi annunci che i presunti truffatori avrebbero affisso lungo le vie proprio per destare meno sospetti tra gli anziani e far sembrare la loro una attività del tutto legale. Entrambi sono accusati di truffa aggravata in concorso.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento