Sesto San GiovanniToday

Di Stefano: "grazie all'opposizione scuole più sicure"

Il consigliere comunale di Sesto San Giovanni, iscritto a Forza Italia, accusa l'amministrazione comunale di non essere stata in grado di gestire la sicurezza all'interno delle scuole del territorio

Dopo il crollo del soffitto alla scuola Vittorino da Feltre, che a gennaio ha creato tanto spavento per le famiglie e un bilancio di sette piccoli scolari feriti, Roberto Di Stefano di Forza Italia e vice presidente del consiglio comunale a Sesto Sam Giovanni, aveva presentato una richiesta di accesso agli atti per richiedere copia delle autorizzazioni sulle condizioni di sicurezza di tutte le scuole in città.

Nella specie, veniva richiesta copia delle attività di sfondellamento dei solai relative alle scuole, ovvero la verifica della fragilità di soffitti e pareti per accertare il rispetto delle autorizzazioni sull’agibilità dei locali.

"Attività - afferma Di Stefano - che l’amministrazione avrebbe dovuto eseguire annualmente anche se presumo che tali controlli non fossero rispettati. Dopo 150 giorni dalla richiesta d’accesso agli atti gli uffici tecnici ancora non sono stati in grado di fornire la documentazione. Difatti al termine di ogni indagine sullo stato degli edifici, doveva essere svolta periodicamente una relazione tecnica ma a distanza di 5 mesi, vengono stanziati 5 milioni di euro  per la messa in sicurezza degli istituti. Una palese ammissione di colpa, che demolisce la teoria del crollo imprevedibile causato da uno shock termico".

"L'emergenza - conclude Di Stefano -  che ci troviamo di fronte oggi è il frutto dei mancati investimenti nella sicurezza degli istituti. Se nel 2014 per gli interventi erano stati stanziati 975 mila euro, nel 2015 i soldi a disposizione saranno 5 milioni e questo grazie al lavoro di controllo svolto dall’opposizione che attende invano i verbali e le autorizzazioni sulla stabilità degli edifici attuati prima del crollo e del ferimento di sette bambini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento