Sesto San GiovanniToday

Mamma, papà e bambina di nove anni sotto sfratto a Sesto: "Al comune non importa nulla"

La denuncia del comitato "Unione inquilini Sesto", che ha già organizzato un picchetto

Una protesta dell'unione inquilini di Sesto

Il comune intenzionato ad andare dritto per la propria strada. Il comitato che promette battaglia. E, nel mezzo, una famiglia che rischia di restare senza un tetto sulla testa. Si annuncia un giovedì di tensione a Sesto San Giovanni, dove si riaccende - con forza - l'emergenza abitativa. 

Per il 18 aprile, infatti, è in calendario lo sfratto di una famiglia - mamma e papà cinquantenni e bimba di nove anni - che al momento vive in un appartamento in via Fabio Filzi 6. L'ufficio casa di palazzo di città ha dato il via libera allo sgombero: una decisione che - evidentemente - non trova d'accordo gli attivisti dell'unione inquilini di Sesto San Giovanni. 

"Loro sono nella graduatoria ordinaria da tempo, ma all'ufficio casa non importa nulla", hanno attaccato dal comitato. Lo stesso comitato che proprio giovedì sarà in strada per cercare di evitare lo sfratto: "Il nostro sindacato e le nostre famiglie saranno presenti per fare un picchetto - hanno annunciato - e scongiurare che un'altra famiglia rimanga in strada nell'indifferenza dell'attuale giunta". 

"Lui è un ex tecnico di un cantiere - spiegano dall'unione inquilini -. Ma ha perso il lavoro dopo Expo e adesso non riescono più a pagare l'affitto. In graduatoria sono cinquantesimi più o meno, ma poi hanno avuto problemi perché lei è ucraina e ha dovuto mostrare di non avere proprietà nel suo Paese. Lei e il marito, che invece è italianissimo, hanno prodotto il documento ma sembra che all'ufficio casa non andasse comunque bene e quindi adesso rischiano di restare per strada".

Il caso documenti per le case popolari

L'imminente sfratto inevitabilmente riaccende i riflettori sul tema case popolari a Sesto, dove nel 2018 sono state assegnate a famiglie straniere due case su trentanove: un dato decisamente in controtendenza rispetto a quello del 2017, quando gli stranieri avevano ottenuto ventinove abitazioni su trentasei. 

La svolta è arrivata grazie alla decisione della giunta Di Stefano di accettare solo le richieste che comprendessero un documento emesso dalle autorità del proprio Paese che provasse l'assenza di una proprietà in Patria. Quel documento, avevano evidenziato dalla stessa unione inquilini, non è facile da ottenere - soprattutto in alcuni Paesi - e per questo, sempre secondo gli attivisti, la richiesta era illecita. Il Tar, però, aveva dato ragione al sindaco. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Perché io devo rateizzare cartelle di equitalia per tasse non dovute e dimostrate pena il fermo amministrativo del veicolo, mentre uno straniero (ma anche italiani cosidetti nullateneti) ha la facoltà di dire io non ho nulla ma ho il diritto di avere... Non é razzismo o discriminazione é che la burocrazia italiana fà pena ma sopratutto il buonsenso questo sconosciuto...

  • Fanno bene.Le leggi si rispettano!!!

    • Un italiano che può ottenere quel documento in pochi giorni quali meriti ha più di un Nigeriano che vorrebbe fare lo stesso per rispettare la Legge ma non può perchè nel suo Paese non funziona nulla? Nessuno, ha solo più fortuna.

      • Sarà che in Nigeria non funziona nulla ma un famoso sito per la prenotazione delle vacanze riporta 916 resort dotati di tutti i confort.

      • L’italiano è nato in quel paese e le case popolari sono state pagate dalle tasse versate da lui e dai suoi avi. Il nigeriano no, per di piu se guadagna spedisce i soldi in patria sottraendoli al circuito del reinvestimento nello stesso paese in cui sono stati guadagnati sottraendo denaro circolante e di conseguenza impoverendo l’economia. Basta buonismi basati sull’ignoranza

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via Padova, arrestato un pusher ogni 11 ore: sequestrati chili di marijuana, cocaina e fumo

  • Cronaca

    Inseguita in auto e terrorizzata dall'ex, aveva un litro di acido nel baule: arrestato stalker

  • Cronaca

    Ragazza partorisce fuori dal boschetto della droga di Rogoredo: ricoverati lei e il bambino

  • Sport

    Napoli-Inter, striscione contro Belardinelli: "A terra c'è una mer... di Varese"

I più letti della settimana

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Incidente in A8, Suv tampona camion e si ribalta: morti due ragazzi, altri due feriti. Foto

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Sciopero generale dei mezzi: a Milano venerdì rischio stop a metro, tram, autobus Atm e treni

  • Metro ferma a Milano, stop ai treni della M2: "Problema alla rete", caos autobus sostitutivi

Torna su
MilanoToday è in caricamento