Sesto San GiovanniToday

Accordo sui piani di zona socio-sanitari “metropolitani"

Sottoscritto l'accordo tra i sindaci del nord Milano e il direttore generale dell'Asl

Sottoscritto dai sei sindaci dei comuni del nord Milano  e dal direttore generale di Asl l’accordo di programma per l’attuazione del piano di zona per gli interventi sociali e sanitari per il triennio 2015-2017.

I comuni di Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano e Cusano Milanino hanno dunque deciso, pur nel rispetto delle specificità locali, di adottare uno strumento comune di programmazione in materia di politiche sociali e si impegnano a promuovere politiche unitarie in un’ottica metropolitana.

Il piano di zona, realizzato secondo i principi della legge 328/2000 e della legge regionale 3/2008, è lo strumento condiviso e partecipato per la programmazione e il governo del sistema integrato territoriale dei servizi alla persona. Il piano delinea i corretti rapporti tra la programmazione e la gestione dei servizi: i comuni, infatti, sono titolari delle funzioni programmatori sul territorio. In questa prospettiva gli enti locali assumono e rafforzano il loro ruolo nella definizione delle politiche sociali, ovviamente in forma associata e con la strumentazione definita nel Piano di Zona. 

I piani di zona sono stati costruiti con la collaborazione, oltre che delle autorità sanitarie, degli operatori dei servizi pubblici e privati, delle cooperative sociali, associazioni, fondazioni, organizzazioni sindacali, enti ecclesiastici e di volontariato che operano sul territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la prima volta in 12 anni, dunque, gli ambiti Sesto-Cologno e Cinisello-Bresso-Cormano-Cusano hanno elaborato dei documenti di programmazione che guardano all’ottica metropolitana, così come auspicato da Regione Lombardia nella delibera “Un welfare che crea valore per le persone, le famiglie e le comunità – Linee di indirizzo per la programmazione sociale a livello locale”. Tra i principali punti di forza del piano l’integrazione socio-sanitaria; la creazione di un tavolo psichiatria con la definizione di linee guida rispetto al tema del disagio sociale; l’individuazione di percorsi sul tema della neuropsichiatria infantile; la creazione di un tavolo anziani per l’offerta di servizi dedicati agli over 75 e la definizione di regolamenti comuni d’accesso ai servizi a domanda individuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

Torna su
MilanoToday è in caricamento