Sesto San GiovanniToday

Nuova occupazione a Sesto: attivisti «La Casa Rossa» occupano una fabbrica abbandonata

L'occupazione nei giorni scorsi, dopo lo sgombero dallo stabile occupato di viale Italia

Lo stabile occupato (foto Facebook)

Nuova occupazione per «La casa rossa» di Sesto San Giovanni. Dopo lo sgombero dallo stabile di viale Italia e la protesta nella chiesa di Santo Stefano, in piazza Petazzi, gli attivisti hanno preso possesso di un edificio in disuso di via Sacco e Vanzetti (Cascina Gatti). 

«Le famiglie sgombrate, nonostante le garanzie dell'amministrazione comunale a trovare una soluzione abitativa, sono state abbandonate senza ricevere soluzione alcuna se non quella di rimanere per strada insieme ad anziani e bambini», tuonano in una nota gli attivisti.

Il capannone, tre piani, era in disuso da diversi anni e nel 2007 era stato tra le ipotesi per ospitare la nuova sede del centro islamico di Sesto. La struttura porta i segni del tempo e dei vandali: non sono pochi i locali sventrati dai ladri in caccia di rame.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Milano, folle fuga col furgone: inseguimento, spari e auto della polizia e ghisa speronate

Torna su
MilanoToday è in caricamento