Sesto San GiovanniToday

Figli "arcobaleno", prima richiesta a Sesto San Giovanni ma il sindaco rifiuta di trascrivere all'anagrafe

La decisione comunicata da Roberto Di Stefano in una nota

Il Pride milanese 2018 (Foto Canta/MT)

Secco "no" del sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, alla richiesta di trascrivere all'anagrafe un bambino figlio di due madri donne. Lo ha reso noto lo stesso primo cittadino di Sesto, esponente di Forza Italia.

"Non ho la minima intenzione di accogliere la richiesta: semplicemente perché credo che un bambino, per crescere bene, non può prescindere dall’avere un padre e una madre", scrive Di Stefano in una nota. E' la prima richiesta che viene avanzata al Municipio sestese in questo senso, ma non la prima in assoluto in Italia.

Di recente, infatti, il Comune di Milano aveva iniziato a trascrivere come figli di entrambe le madri alcuni bambini in questa situazione. "Un bambino - prosegue invece il sindaco di Sesto - deve avere una mamma e un papà, non perché lo dice Di Stefano, ma perché così è la natura umana".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Bus degli studenti bruciato, l'audio della follia: "Vado a Linate, non sparate, c'è tutto gasolio"

  • Cronaca

    Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

  • Cronaca

    Morte di Imane Fadil, gli esperti: "Nessuna traccia di radioattività"

  • Cronaca

    Preso il tesoro del pusher professionista: un milione di euro tra case a Milano, Suv e soldi

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • "C'è una bomba vicino al Duomo": telefonata fa scattare l'allarme, denunciato mitomane

  • Senza biglietto, non scendono e bloccano il treno: "Siamo ambasciatori fuori da giurisdizione planetaria"

Torna su
MilanoToday è in caricamento