Sesto San GiovanniToday

M5S elettrodotto di Via sottocorno: lo studio di fattibilità

Un nuovo intervento dei grillini per denunciare la situazione nel quartiere di Sesto San Giovanni

Il MoVimento 5 Stelle manda un nuovo comunicato stampa sui tralicci dell'alta tensione presenti in via Sottocorno a Sesto San Giovanni. La zona, statistiche alla mano, è un susseguirsi di casi tumorali tra i suo abitanti. Recentemente lo scandalo è andata in onda su un programma in diretta di RAI UNO.

Ecco di seguito il punto di vista dei grillini:

"Solo ora che il problema dell'elettrodotto di Via Sottocorno a Sesto San Giovanni è diventato oggetto di attenzione da parte della stampa e delle TV nazionali, tutti sembrano indignarsi davanti a ciò che in realtà viene denunciato da anni. Ma il vero problema di via Sottocorno è l'esposizione delle persone alle onde elettromagnetiche che avviene da oltre 30 anni e non da qualche giorno. Non è un problema affrontato solo ed esclusivamente da questa Giunta e da questo Consiglio. E' un fatto che solo nell'ultimo anno la Giunta forse se ne sta interessando con maggiore impegno. Mentre PD e PDL litigano tra di loro, l'Associazione di Via Sottocorno continua a rimanere in attesa di una risposta per lo studio di fattibilità, vero nodo focale della questione. Chi si occuperà dello studio di fattibilità dell'interramento e quando inizierà ad occuparsene? La società Terna è il gestore dell'impianto: quali garanzie darà di imparzialità nel valutare i costi e nel confermare la possibilità o no di interramento dell'infrastruttura?  Il Comune di Sesto si è premurato di chiedere, per esempio, ad esperti del Politecnico di Milano o di altre associazioni che si occupano di elettrosmog di dare un'opinione?  Al Movimento 5 Stelle di Sesto San Giovanni non interessano le scaramucce televisive tra PD e PDL, interessa sapere come si evolverà la questione dello studio di fattibilità per procedere con l'interramento che, a questo punto, è il primo passo per il risarcimento per le famiglie che abitano nella via si meritano. Chiediamo perciò a tutti quanti più rispetto nell'affrontare l'argomento, visto che in questa vicenda non ci sono poltrone da spartire, ma vite umane da salvaguardare.  Visto che noi non ci fermiamo alle parole, ma vogliamo che le cose vengano fatte, mesi fa, quando il problema non era ancora così sentito a livello mediatico, abbiamo contattato i nostri portavoce in Regione Lombardia, i quali sono venuti a Sesto San Giovanni per conoscere l'Associazione Sottocorno, per condividere con loro il problema e trovare una soluzione. Qualche giorno fa abbiamo illustrato l'interrogazione presentata in regione dal nostro portavoce Stefano Buffagni ma il Movimento 5 Stelle di Sesto non si ferma e segnalerà qualsiasi ritardo burocratico nelle opportune sedi perché non vorremmo sentirci dire, tra qualche mese, che lo studio di fattibilità non è ancora iniziato o che serve altro tempo: Via Sottocorno aspetta da oltre 30 anni questo interramento". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna cerca di derubare Pio e Amedeo in Centrale: loro la scoprono e la filmano. Video

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Terribile violenza sessuale a Milano, 19enne stuprata in strada da un uomo: arrestato

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

Torna su
MilanoToday è in caricamento