Sesto San GiovanniToday

General Electric di Sesto, sindacati contro i licenziamenti : "Il Governo intervenga"

"La procedura di mobilità - dicono i sindacati - va sospesa e va esercitata la massima pressione per richiamare General Electric alle sue responsabilità"

Proteste

Resta molto teso il clima all'interno dello stabilimento General Electric (ex Alstom Power) di Sesto San Giovanni. Dopo le proteste in seguito alla decisione della società di aprire la procedura di mobilità per 179 dipendenti.

"Delegati Fim Cisl di tutto il gruppo General Electric sono al fianco dei lavoratori di Sesto San Giovanni in lotta contro i licenziamenti". Lo scrive in una nota la Fim Cisl che "ritiene molto grave l'intransigenza dell'azienda sui licenziamenti e la chiusura dello stabilimento".

"La procedura di mobilità - aggiunge - va sospesa e va esercitata la massima pressione per richiamare General Electric alle sue responsabilità, per individuare giuste risposte di tutela dei lavoratori e dello stabilimento".

"La Fim Cisl - conclude la nota - richiama il Governo ad accentuare il proprio ruolo nei confronti della multinazionale ed esiga la salvaguardia del patrimonio produttivo e tecnologico del sito di Sesto San Giovanni. Ci uniamo a tutti i lavoratori di Fim di Fiom e di Uilm di Ge Alstom per dire basta ai licenziamenti, vogliamo investimenti e sviluppo, per dare prospettive vere al territorio sestese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

Torna su
MilanoToday è in caricamento