Sesto San GiovanniToday

Stanchi dei furti, i condomini si difendono da soli

A Sesto San Giovanni, un un palazzo di via Mameli, i residenti hanno organizzato un security condominiale: telecamere, videosorveglianza e messaggi su WhatsApp in caso di rumori o individui sospetti

Dove non arrivano le forze dell'ordine ci pensa la cittadinanza. A Sesto San Giovanni, in un palazzo di via Mameli, i residenti stanchi dei ripetuti furti hanno organizzato una security condominiale.

Gli abitanti della palazzina hanno prima acquistato un sistema di videosorveglianza, attraverso un fondo comune, montato altre telecamere in alcuni pianerottoli e creato un gruppo su WhatsApp per dialogare in caso di rumori o individui sospetti all'interno dello stabile.


"L’ultimo tentativo di scasso - come racconta uno degli inquilini al Corriere della Sera - è avvenuto un paio di settimane fa. Una ragazza ha sentito dei rumori sul pianerottolo, ha guardato dallo spioncino ma si è accorta che era stato tappato con del nastro isolante. Allora ha inviato un messaggio al gruppo, chi era in casa è uscito sulle scale e i ladri sono fuggiti. Un mese fa, invece, la telecamera ha immortalato dei personaggi sospetti che entravano nel palazzo. Anche in quel caso, messaggio su WhatsApp e telefonata ai carabinieri. Ovviamente siamo intervenuti prima noi delle forze dell’ordine e anche in quel caso i malintenzionati sono spariti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento